Legio Praetoria

Legio Praetoria
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Legio Forum
 Culturalmente
 Curiosità dal Mondo
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 30

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 04 gennaio 2008 : 11:27:45  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Oggi, leggendo alcuni siti di notizie, l'occhio mi è caduto per forza sulle Primarie in Iowa ed ho scoperto una cosa sconcertante. Avevo un idea delle Primarie fatta di Seggi Elettorali e di Elettori in fila, invece ho scoperto che in Iowa, ed in almeno altri dieci Stati dell'Unione le Primarie si svolgono tramite i "caucus", che già nel nome mi inquietano. Andando a cercare maggiori informazioni scopro che il caucus è un'Assemblea che viene anche deFeeneeta dagli Americani Conference. In sostanza le Primarie negli Stati che usano i caucus si svolgerebbero così.

Vengono organizzate queste Conference, che a quanto sembra sono assoulatemente libere, nel senso che io potrei organizzarne una nel mio Condominio e registrarla presso gli Uffici Elettorali del Candidato. A questo punto la votazione avviene all'interno del Caucus/Conference e può essere o classica, con scheda e voto, o per alzata di mano, o per acclamazione o per decisione in seguito a pubblica discussione. Ciò che conta è che alla fine il voto non viene espressa dal singolo ma dall'Assemblea e dunque il risultato che viene inviato alla Sede del Partito non è la somma dei voti ma il voto unico dell'Assemblea, queste Conference funzionano come dei Grandi Elettori e dunque può accadere che la somma dei voti delle Conference non abbia nulla a che fare con la somma dei voti dei singoli cittadini.

Per questo motivo accade spesso che alcuni candidati decidano di non presentarsi alla Primarie negli Stati che adottano i Caucus, in questo caso ad esempio, Rudolph Giuliani, che viene indicato come il miglior candidato repubblicano, ha ritenuto di non perdere tempo e denaro presentandosi alle Primarie in Iowa.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

simonka
Praefecti



85 Messaggi

Inserito il - 04 gennaio 2008 : 17:55:43  Mostra Profilo Invia a simonka un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ed è anche per questo che Hillary Clinton è sicura di portare a casa la vittoria. lo Iowa non è lo stato più rappresentativo ed è solo il primo dei tanti che attendono. che Giuliani, che è il favorito tra i repubblicani, non c'abbia perso tempo è una riprova di ciò.

e comunque questo è il marchio di una democrazia "primitiva" come quella americana. però c'è un fatto a mio avviso assai positivo: le regole sono le stesse da non so quanto, non le discute nè le mette in forse nessuno dei candidati nè all'inizio nè alla fine e tutti le accettano, a prescindere.

pensa a quando Bush, con fortissima puzza di brogli, divenne presidente la prima volta: lì hanno discusso delle modalità del voto, per un attimo della validità dello stesso e poi, alla fine, dopo solo 10 dieci giorni (mica dieci mesi come da noi ! col Berluska che sembra un disco rotto), quel cretino è diventato presidente di tutti gli americani e come tale è rimasto purtroppo per 8 anni.

ricordati pure di chi era lo sfidante. era il premio nobel Al Gore. con lui alla casa bianca non avremmo avuto forse l'11 settembre, sicuramente non avremmo avuto la guerra all'IRAQ, il movimento ecologista mondiale (quello serio, quello vero, quello che prima o poi tutti noi dovremmo iniziare a conoscere) avrebbe avuto un impulso straordinario, il protocollo di Kyoto sarebbe finalmente una realtà e noi tutti avremmo sentito quel grande paese che è l'America più vicina e un po' più amata, con tutta quella leadership anche morale che ha contraddistinto la storia di quel paese dalla prima guerra mondiale ad oggi. oggi invece, grazie a quel cretino, è forse il paese più odiato, la leadership morale è andata a puttane e un americano deve stare attento ad andare in giro se non in una di quella riserve turistiche per straricchi dove per farti stare sicuro ti passano al metal detector pure i coglioni.

ma che cazzarola di esistenza gli ha garantito quel lobbista petroliere ?

grazie a Bush e al buon Osama siamo tutti più insicuri: abbiamo globalizzato guerra e morte. abbiamo esportato (e dico abbiamo perchè dentro ahinoi ci siamo pure noi) elicotteri da guerra e uranio. la pace quella no, quella non l'abbiamo globalizzata. Risultato: io c'ho una bimba di tre anni, capisci ? tre anni ! ed ho paura per lei e di quello che troverà. e giorno dopo giorno mi sento più povero e più insicuro.

per questo dico: datece hillary o obama, ma datece un democratico !
IL MONDO HA FAME DI PACE.

Scusa lo sfogo, ma in queste primarie, ora più che mai, siamo tutti americani.


Messaggio di mificrozet

Oggi, leggendo alcuni siti di notizie, l'occhio mi è caduto per forza sulle Primarie in Iowa ed ho scoperto una cosa sconcertante. Avevo un idea delle Primarie fatta di Seggi Elettorali e di Elettori in fila, invece ho scoperto che in Iowa, ed in almeno altri dieci Stati dell'Unione le Primarie si svolgono tramite i "caucus", che già nel nome mi inquietano. Andando a cercare maggiori informazioni scopro che il caucus è un'Assemblea che viene anche deFeeneeta dagli Americani Conference. In sostanza le Primarie negli Stati che usano i caucus si svolgerebbero così.

Vengono organizzate queste Conference, che a quanto sembra sono assoulatemente libere, nel senso che io potrei organizzarne una nel mio Condominio e registrarla presso gli Uffici Elettorali del Candidato. A questo punto la votazione avviene all'interno del Caucus/Conference e può essere o classica, con scheda e voto, o per alzata di mano, o per acclamazione o per decisione in seguito a pubblica discussione. Ciò che conta è che alla fine il voto non viene espressa dal singolo ma dall'Assemblea e dunque il risultato che viene inviato alla Sede del Partito non è la somma dei voti ma il voto unico dell'Assemblea, queste Conference funzionano come dei Grandi Elettori e dunque può accadere che la somma dei voti delle Conference non abbia nulla a che fare con la somma dei voti dei singoli cittadini.

Per questo motivo accade spesso che alcuni candidati decidano di non presentarsi alla Primarie negli Stati che adottano i Caucus, in questo caso ad esempio, Rudolph Giuliani, che viene indicato come il miglior candidato repubblicano, ha ritenuto di non perdere tempo e denaro presentandosi alle Primarie in Iowa.

smnk - si vis pacem para bellum
Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 05 gennaio 2008 : 00:18:05  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
simonka ha scritto:

ed è anche per questo che Hillary Clinton è sicura di portare a casa la vittoria. lo Iowa non è lo stato più rappresentativo ed è solo il primo dei tanti che attendono. che Giuliani, che è il favorito tra i repubblicani, non c'abbia perso tempo è una riprova di ciò.


In realtà su Giuliani ho commesso un errore, più che non si presentato è giusta la dizione "non se li è cagati", nel senso che come Candidato Presidenziale è iscritto per forza di cose nelle liste di voto, però non si è presentato in Iowa a tenere comizi, a partecipare a feste, a parlare nei cinema, a stringere mani e dispensare sorrisi, come hanno fatto gli altri, semplicemente li ha ignorati.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

simonka
Praefecti



85 Messaggi

Inserito il - 05 gennaio 2008 : 00:24:25  Mostra Profilo Invia a simonka un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
credo che la tattica di Hillary sia stata più o meno simile e dettata dalla legge dei sondaggi, i veri padroni delle campagne elettorali americane. metti nel conto che risparmiare fondi da spendere meglio in stati più pesanti sia stata una considerazione decisiva.

e su Al Gore. che mi dici di lui ? quando si presentò contro Bush, non gli davo due lire. mi sono dovuto ricredere.

smnk - si vis pacem para bellum
Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 10 gennaio 2008 : 13:49:06  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Questa notte seguendo una trasmissione sulle Primarie Americane ho seguito alcuni ragionamenti di un giornalista USA, abbastanza logici, fino ad un certo punto ...

A suo dire ogni candidato ha un difetto che lo rende inadatto ad essere eletto, o quantomento che gli crea grave ostacolo.

Giuliani è due volte divorziato. Un uomo che divorzio due volte dimostra quantomento una certa instabilità emotiva e comunque l'incapacità di portare avanti relazioni sociali stabili. Un po' tirata per i capelli ma plausibile.

MacCain è vecchio, un Presidente anziano può non avere la prontezza di reazione adeguata e può andare incontro a malattie che lo mettano nell'incapacità di goverbare. Plausibile.

Hillary Clinton è una donna e come donna potrebbe trovare molte resistenze in ambienti amministrativi consolidati e conservatori. Fastidioso ma plausibile.

Obama ... è un fumatore.


------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 20 febbraio 2008 : 14:25:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Smithfield, il maiale che dipinge

Usa, le sue tele vendute a centinaia

In America è diventato una celebrità. Tutti lo amano ma non per le sue carni. Smithfield è un maialino di 10 anni, che si distingue dagli altri suini per l'abilità con cui dipinge. Da anni con il pennello in bocca compone quadri, non di qualsiase genere ma ispirati all'espressionismo astratto. "E' un maiale molto intelligente", commenta orgoglioso il padrone, un fattore della Virginia.

Smithfield è diventato l'ospite d'onore di numerose trasmissioni televisive. Non solo ma contribuisce, con i suoi quadri, - racconta il tabloid inglese "The Sun" - anche a raccolte di solidarietà.

Gli scienziati dicono che i maiali non possano distinguere i colori. Ma questo Smithfield forse non lo sa. "Ama particolarmente il blu", spiega Fran Martin, 54 anni, il suo padrone, che arrotonda le entrate vendendo i capolavori del maialino su internet.


Questo mi ricorda uno scherzetto che fece Toulouse-Lautrec ad alcuni intelletuali soliti riunirsi al famoso Lapin-Agile, portò un quadro astratto e li lasciò discuterne per lungo tempo sui significati delle pennellate, del colore, dei tratti, prima di informarli che quel quadro lo aveva fatto realizzare al suo somaro, intingendogli la coda nei colori e poi mettendogli la tela dietro al sedere.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 13 marzo 2008 : 10:48:52  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leggo che Navarro Valls ex portavoce della Santa Sede, commentando le Elezioni Spagnole e la nuova Vittoria di Zapatero, afferma che la Spagna è un Paese Anti Cristiano.

Credo sia un'affermazione falsa e volutamente maliziosa.

Difatti si vuol far passare per Anti Cristiano quello che invece è un sentimento Anti Clericale, il che, senza essere linguisti, è evidentemente diverso.

Personalmente mi ritengo Credente e Cristiano, ma sono fortemente Anti Clericale e credo che qusta sia la condizione di molte altre persone.

in Spagna in realtà sta accadendo quello che accadde in Italia negli anni successivi all'unificazione e fino all'avvento del Fascismo, l'esistenza di uno Stato fortemente laico che per salvaguardare la sua laicità tende a diventare anticlericale, il che probabilmente è un errore per eccesso che però va a compensarsi con l'eccesso di ingerenza che tende ad avere il Clero.

Considerando che la Chiesa ha tutto il Diritto di esprimere le proprie posizioni in merito all'operato del Governo, come chiunque altro, non bisogna mai dimenticare che spesso, troppo spesso, la Chiesa vorrebbe uno Stato si Laico ma spostato verso ideali Cattolici cosa che è in antitesi ad uno Stato Laico che deve pensare e generare leggi che siano a tutela del cittadino indipendentemente dal fatto che questo sia cattolico, musulmano, ebreo o quant'altro.

Un esempio su tutti: la religione musulmana contempla il divorzio. In uno Stato dove il divorzio è vietato per motivi morali (sostanzialmente religiosi) non vi è una prevaricazione di una idelogia su un'altra ? Secondo me si. E non è forse vero che il "buon cattolico" dovrebbe evitare il divorzio anche avendo la possibilità di utilizzarlo ? Secondo me si.

Spesso purtroppo la Chiesa ragiona in termini di "vietato peccare" quindi non lasciando il libero arbitrio a tutti ma pretendendo di stabilire per legge che anche chi volesse, secondo i canoni della Chiesa, peccare non potrebbe tecnimanete farlo.

A mio giudizio il libero arbitrio è l'unico metro di giudizio e la coscienza non può essere coercizzata per legge.

Quindi un maggior dialogo tra Stato e Chiesa dovrebbe avvenire su basi non ideologiche.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 27 marzo 2008 : 17:12:51  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dal Sito del Barcellona Pipa Club

Immagine:

32,66 KB

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 10 aprile 2008 : 16:11:31  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non ho capito se fanno sul serio o prendono in giro.



http://it.youtube.com/watch?v=TNTPqG6ZECU

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 14 aprile 2008 : 15:28:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Visto che ormai tutto si è concluso lo posso pubblicare, è troppo bello !



Immagine:

317,44 KB

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 21 aprile 2008 : 22:41:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Si, quello che vedete nel mezzo dell'immagine è proprio un aereo appena decollato dal Dulles di Washington, non è successo niente, gli aerei, esattamente come le macchine sono delle Gabbie di Faraday.



Immagine:

28,12 KB

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 06 maggio 2008 : 12:17:56  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E' successo qualcosa del quale non sono al corrente ?



Sette di questi cosi sono appena passati 20 metri sopra il mio palazzo in formazione a cuneo.



Immagine:

45 KB

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 22 giugno 2008 : 17:07:09  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Maledizione di Whig


Il Partito Whig negli Stati Uniti in oltre 200 anni di Storia ha espresso solamente 5 Presidenti, due solamente di questi regolarmente eletti non hanno messo insieme che 16 mesi di Presidenza.

Il Primo Presidente Whig fu George Washington, che tuttavia non fu eletto, ma nominato direttamente dal Congresso.

Il secondo Presidente Whig eletto fu William Henry Harrison che detiene il Record della Presidenza più corta, solamente un mese, difatti si prese una polmonite proprio il giorno dell'insediamento e morì un mese dopo.

Gli succedette il suo Vice John Tyler.

Il secondo Presidente Whig eletto fu Zachary Taylor, morto dopo poco più di un anno per una congestione, gli succedette il suo Vice Millard Fillmore.

In entrambi i casi si parla di morti dubbie.

Nel primo caso, Harrison, si parlò di una malediozione indiano, egli difatti era uno degli eroi di Tippecanoe, un degli ultimi scontri campali con delle tribù indiane, inoltre aveva più volte sconfitto in battaglia il capo indiano Tecumseh, che si dice lanciò un'anatema su di lui e su tutti i presidenti americani che fossero stati eletti in un anno con ultima cifra zero, quello dell'elezione di Harrison. In effetti questa triste sequenza si verificò fino al 1960, difatti da quel momento e fino al 1963, tutti i Presidenti USA eletti in un anno terminante con zero morirono prima del termine del mandato.

1840 - Harrison - deceduto di Polmonite nel 1841
1860 - Lincoln - assassinato nel 1865
1880 - Garfield - assassinato nel 1881
1900 - Mckinley - assassinato nel 1901
1920 - Harding - deceduto di apoplessia nel 1923
1940 - Roosevelt - deceduto di emorragia cerebrale nel 1945
1960 - Kennedy - assassinato nel 1963

la sequenza si è interrotta con Reagan, eletto nel 1980 che ha portato a termine due mandati ma che comunque è scampato di poco ad un attentato andato a segno.

Il Secondo Whig eletto, Taylor, ufficialmente morto per congestione, fu riesumato nel 1990 per confermare o smentire deFeeneetivamente le voci che lo davano morto per avvelenamento da arsenico, anche se i risultati dell'autopsia fatta a distanza di 150 anni dalla morte non possono essere deFeeneeti certi, non furono trovate tracce di arsenico nella sua ossa.



------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 13 luglio 2008 : 16:03:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Lo so, è terribile, ma anche tremendante assurdo !

Jacques LeFevrier, un francese, non lasciò nulla al caso, quando decise di suicidarsi. Sali' su di una collina, legò il capo di una fune al suo collo e l'altro capo ad un masso (per impiccarsi). Bevve del veleno e prima di saltare dalla collina si diede fuoco e cercò di spararsi. Il proiettile pero' manco' il bersaglio e trancio' la fune che lo legava al masso. A questo punto, l'aspirante suicida cadde nel lago sottostante. L'improvvisa immersione spense le fiamme e gli fece vomitare il veleno, fu tirato fuori dall'acqua da un pescatore e portato in ospedale... dove mori' di ipotermia.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 21 dicembre 2008 : 11:43:16  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sei Nazioni al Galles?

Quando succede, muore il Papa

Secondo un'antica tradizione, ogni vittoria nel prestigioso torneo coincide con la morte del Pontefice. E proprio quest'anno la nazionale si è aggiudicata il titolo, gettando oscuri presagi sul Vaticano. Unica eccezione, il 1978: ne morirono due ...

Benedetto XVI non sarà certamente superstizioso, ma qualcuno del suo staff medico starà già facendo gli scongiuri e contando gli ultimi giorni del 2008. Secondo un'antica tradizione, infatti, ogni vittoria del Galles nel prestigioso Sei Nazioni coincide con la morte del Papa. E proprio quest'anno la nazionale gallese si è aggiudicata il titolo, gettando oscuri presagi sul Vaticano.

Nello specifico, secondo una bizzarra ricerca basata proprio sui successi della compagine gallese, il Pontefice avrebbe il 45% di probabilità di morire entro il 2008. La funesta percentuale non è certo rassicurante, ma alla fine dell'anno mancano pochi giorni e dalla Santa Sede fanno sapere che Benedetto XVI è in ottime condizioni di salute. Del resto i numeri parlano chiaro. "Ogni volta che il Galles vince il Sei Nazioni muore un Papa - ha affermato il dottor Gareth Payne, che ha pubblicato il singolare studio sul British Medical Journal -. Tranne il 1978 quando il Galles era davvero forte e ne sono morti due. L'equipe medica del Vaticano farebbe meglio a non rilassarsi finché non arriva il nuovo anno".

Dal 1883, otto pontefici sono morti, cinque in occasione del grande slam, quando cioè il vincitore del Sei Nazioni ha battuto tutti gli altri contendenti al titolo. Tre decessi ci sono stati quando il Galles ha spazzato via tutti gli avversari, due quando ha vinto il Torneo senza vincere tutte le gare. "La speciale teorida del rugby papale è soltanto una leggenda metropolitana - ha spiegato sorridendo il dottor Payne -. Ma vediamo come si evolveranno gli eventi".

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


22809 Messaggi

Inserito il - 27 dicembre 2008 : 09:52:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sarah Palin ex candidata alla vicepresidenza mette in vendita un calendario personale.

Due cose.

La Prima: continuiamo a chiederci quale paese siano gli Stati Uniti visto che chi si candida ad alte cariche Statali ritiene doveroso farsi fotografare pesantemente armato.

La Seconda: una volta per dire la data la si spezzava in due numeri, ad esempio 1970 diventava diciannove/settanta, oggi vedo, dalla scritta, che anche la lingua inglese si sta civilizzando ed il 2009 diventa duemila/nove.

L'evoluzione è lunga, ma forse anche questi barbari alla fine diventeranno semicivilizzati.

Immagine:

32,41 KB

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 30 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legio Praetoria © Legio Praetoria Go To Top Of Page
Questa pagina è stata generata in 0,61 secondi. Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06