Legio Praetoria

Legio Praetoria
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Legio Forum
 Culturalmente
 Come se magna a Roma !
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 12

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


23030 Messaggi

Inserito il - 17 maggio 2007 : 14:22:28  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
PARLIAMO DI COSE SERIE !



Se ne era parlato in passato, perché non fare un Archivio di ricette tipicamente Romane ? Sia quelle classiche sia quelle rielaborate in chiave personale ?

Io sto preparando per il sito una serie di articoli.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


23030 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 13:01:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dunque ... Risotto Giallorosso ?

Ma si !



Uno spicchio d'aglio
Una cipolla grande
Un peperone rosso
Un peperone giallo
Grasso di Speck
Riso
Brodo Vegetale
Vino Bianco
Spezie Varie

Facilissimo !

Tritare aglio e cipolla, ridurre a dadini i peperoni ed il grasso di speck (io sono solito conservare in una bottiglietta sottolio il grasso che elimino dai pezzi di speck da un chilo) e mettere a soffriggere il tutto in una pentola con del burro, quando la cipolla è dorata ed il grasso di speck trasparente buttare dentro i peperoni a dadini e far soffriggere alcuni minuti, allungare con il vino bianco (un paio di bicchieri) e lasciare che i peperoni cuociona fino a completa evaporazione del vino, aggiungere un po' di brodo, far cucinare un paio di minuti e poi buttare dentro il riso da tostare per almeno altri due minuti, allungare con il brodo e proseguire con la classica cottura da risotto. Aggiungere un po' di peperoncino, noce moscata, curry, un pizzico di sale.

Voilà !

Immagine:

41,33 KB

Immagine:

58,79 KB

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

siddavic
Clericvs



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Roma


736 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 18:00:59  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di siddavic  Rispondi Quotando
Messaggio di mificrozet

PARLIAMO DI COSE SERIE !



Se ne era parlato in passato, perché non fare un Archivio di ricette tipicamente Romane ? Sia quelle classiche sia quelle rielaborate in chiave personale ?

Io sto preparando per il sito una serie di articoli.


Poi dice che la gente non riconosce questo forum come nazionale

Two beer or not two beer.
This is the question(s)!
Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


23030 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 18:08:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
'azz ... si vede che non sono molto bravo in queste cose, dovrei prendere lezioni da chi è più esperto, avevo messo il Risotto Giallorosso nel piatto Bianco Azzurro, ma non sei caduto nel trappolone.


------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

siddavic
Clericvs



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Roma


736 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 18:12:52  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di siddavic  Rispondi Quotando
mificrozet ha scritto:

'azz ... si vede che non sono molto bravo in queste cose, dovrei prendere lezioni da chi è più esperto, avevo messo il Risotto Giallorosso nel piatto Bianco Azzurro, ma non sei caduto nel trappolone.




Mascherina...

Two beer or not two beer.
This is the question(s)!
Torna all'inizio della Pagina

ziopat
Centvriones




46 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 21:02:51  Mostra Profilo Invia a ziopat un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scusate se vado OT, ma sempre di cucina si tratta.
C'è qualcuno che mi sa indicare una trattoria in centro storico a Roma dove fanno una vera matriciana? Il classico posto dove si mangia bene e si spende poco?
Ne avevo trovato una in via Del Governo vecchio ma ha chiuso...
Torna all'inizio della Pagina

ziopat
Centvriones




46 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 21:08:36  Mostra Profilo Invia a ziopat un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mificrozet ha scritto:

Dunque ... Risotto Giallorosso ?


E perchè no un bel minestrone al... "cucchiaio"?
Torna all'inizio della Pagina

PaoLo
Di.Ge.Pa.




352 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 21:22:16  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di PaoLo Invia a PaoLo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ziopat ha scritto:

Scusate se vado OT, ma sempre di cucina si tratta.
C'è qualcuno che mi sa indicare una trattoria in centro storico a Roma dove fanno una vera matriciana? Il classico posto dove si mangia bene e si spende poco?
Ne avevo trovato una in via Del Governo vecchio ma ha chiuso...


via del governo vecchio 18-19
se magna bene e se spenne poco tranne la domencia che è chiuso
certo devi accontentarti della tovaglia di carta e di un servizio non proprio velocissimo ma di sicuro è un buon modo per passare la serata. un consiglio per il vino, il rosso della casa che poi è un montepulciano da paura.

Spero di essere stato utile

ciao ciao
Torna all'inizio della Pagina

yazoo
Vir Illustris



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Roma


1608 Messaggi

Inserito il - 17 gennaio 2008 : 23:29:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di yazoo  Rispondi Quotando
.PaoLo. ha scritto:

ziopat ha scritto:

Scusate se vado OT, ma sempre di cucina si tratta.
C'è qualcuno che mi sa indicare una trattoria in centro storico a Roma dove fanno una vera matriciana? Il classico posto dove si mangia bene e si spende poco?
Ne avevo trovato una in via Del Governo vecchio ma ha chiuso...


via del governo vecchio 18-19
se magna bene e se spenne poco tranne la domencia che è chiuso
certo devi accontentarti della tovaglia di carta e di un servizio non proprio velocissimo ma di sicuro è un buon modo per passare la serata. un consiglio per il vino, il rosso della casa che poi è un montepulciano da paura.

Spero di essere stato utile

ciao ciao

Straquoto lo zozzone in via del governo vecchio.(deFeeneezione popolare della tipica trattoria romana)...
Ce ne sono parecchi sparsi e nascosti un po' in tutta Roma, quello in oggetto è sicuramente suggestivo, vai tranquillo...

"ho amato le sigarette da quando ho visto il primo divieto di fumo"

Torna all'inizio della Pagina

fabrizio delle foglie
Centvriones



Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: roma


42 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2008 : 15:34:34  Mostra Profilo Invia a fabrizio delle foglie un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Uno dei piatti semplici. ma non per questo meno amati...
Gli spaghetti a "cacio e pepe"
Ingredienti (per 4 persone)
400 grammi di spaghetti
100 grammi di pecorino romano stagionato
un cucchiaio d'olio d'oliva
pepe

Preparazione (semplice)
Grattuggiate il pecorino
Mettete a bollire la pasta in abbondante acqua salata (come diceva Aldo Fabrizi, almeno un litro d'acqua per ogni etto di pasta)
Quando la pasta è MOLTO al dente, pescarla con un forchettone e metterla in una padella con un cucchiaio d'olio. Aggiungere il pecorino e, man mano qualche cucchiaio d'acqua di cottura, seguitando a cuocere fino a formare una specie di cremina. Quando la pasta sarà cotta al dente spolverate con pepe nero e servite...
Facile no?
Negli antichi pranzi "romani" aglio e oglio e cacio e pepe venivano fatti al volo a fine pranzo ad uso di digestivo...

"Quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito"
Torna all'inizio della Pagina

FlavioilGiovane
Prefectvs Praetorio



Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


621 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2008 : 15:42:48  Mostra Profilo Invia a FlavioilGiovane un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ormai a Roma credere di mangiare bene e spendere poco è quasi una utopia... Quello cha capita sovente è che queste vecchie trattorie spariscano, proprio per il trapasso dei proprietari, o per crescita di prezzo. L'unico consiglio buono, per me, è Giovanni l'oste, via della lungara, nella parte ribassata della strada. Potrebbe essere il civico 45...

Non devo né voglio pentirmi, non ho di che pentirmi né ho materia di cui pentirmi, e non so di che cosa mi debba pentire.
Giordano Bruno.
Torna all'inizio della Pagina

fabrizio delle foglie
Centvriones



Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: roma


42 Messaggi

Inserito il - 18 gennaio 2008 : 17:12:54  Mostra Profilo Invia a fabrizio delle foglie un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
"chi magna 'n trattoria
er diavolo so porta via!
Io magno a casetta mia:
poco, bono e sostanzioso"
Dal grande Albertone

"Quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito"
Torna all'inizio della Pagina

Hank
Praefecti



115 Messaggi

Inserito il - 28 gennaio 2008 : 14:08:34  Mostra Profilo Invia a Hank un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
fabrizio delle foglie ha scritto:

...
Quando la pasta è MOLTO al dente, pescarla con un forchettone e metterla in una padella con un cucchiaio d'olio. Aggiungere il pecorino e, man mano qualche cucchiaio d'acqua di cottura, seguitando a cuocere fino a formare una specie di cremina. Quando la pasta sarà cotta al dente spolverate con pepe nero e servite...
Facile no?
Negli antichi pranzi "romani" aglio e oglio e cacio e pepe venivano fatti al volo a fine pranzo ad uso di digestivo...

Alternativa: io la metto in padella molto al dente direttamente con un po' di acqua di cottura girando in continuazione; quando l'acqua è quasi ritirata metto il pecorino e continuo a saltarla finché l'acqua non è evaporata, a questo punto abbondante pepe macinato al momento e servo. Perché faccio così? L'amido che la pasta ha perso durante la prima parte di cottura dovrebbe ridepositarsi sulla pasta stessa legando il pecorino che non dovrebbe filare; inoltre non metto olio così diventa un piatto più leggero.

Riesco a fumare e ad apprezzare tutte le miscele.
Anche il Blue Note o il Sunday's Fantasy. Certo, in questi casi aggiungo del Toscano sbriciolato o del Comune. Almeno il 95%.
Torna all'inizio della Pagina

FlavioilGiovane
Prefectvs Praetorio



Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Roma


621 Messaggi

Inserito il - 28 gennaio 2008 : 15:30:50  Mostra Profilo Invia a FlavioilGiovane un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciascuno ha una ricetta leggermente diversa, quella originale vorrebbe solo ed esclusivamente l'uso, appunto, di cacio e pepe...

Non devo né voglio pentirmi, non ho di che pentirmi né ho materia di cui pentirmi, e non so di che cosa mi debba pentire.
Giordano Bruno.
Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


23030 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2008 : 23:01:19  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non se sia una ricetta romana ma a me pare succulenta.



Da http://www.cucinaconme.it/index2.htm

Arrosto di coppa agli aromi

* Ingredienti per 8 persone: 1 "arrosto di coppa" di circa 1,2 kg, 150 gr di pancetta tesa tagliata a fette sottili, qualche rametto di timo, di rosmarino e di salvia, 1 cipolla, 4 cucchiai d'olio d'oliva, 20 gr di burro, 1,5 dl di vino bianco, sale, pepe. - Per accompagnare : 1 kg di patate
* Eliminate lo spago che avvolge l'arrosto e aprite leggermente la carne con le dita. Tritate finemente insieme 1/3 degli aromi e mescolateli con sale e pepe. Distribuite gli aromi sulla parte interna del pezzo di carne e richiudete. Accendete il forno a 240°.
* Avvolgete interamente l'arrosto con le fette di pancetta e legate bene con altro spago da cucina. Versate metà dell'olio sul fondo di una pirofila e coprite con fette di cipolla. Disponete metà degli aromi rimasti sulle cipolle e adagiatevi sopra l'arrosto.
* Irrorate con l'olio rimasto, salate leggermente in superficie e deponete sulla carne il burro a fiocchi. Distribuite gli aromi rimasti intorno all'arrosto e infornate.
* Lasciate cuocere per 30 minuti, quindi bagnate con il vino e abbassate la temperatura a 190°. proseguite la cottura per 1 ora 30' aggiungendo un po'di acqua quando occorre.
* Sbucciate le patate e tagliatele a pezzi. Lessatele in acqua salata per 10 minuti, quindi scolatele bene. 20 minuti prima della fine della cottura, distribuitele nella pirofila intorno all'arrosto.

Immagine:

92,74 KB

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

STeFaNo968
Prefectvs Praetorio

Prov.: Estero


564 Messaggi

Inserito il - 06 febbraio 2008 : 23:02:44  Mostra Profilo Invia a STeFaNo968 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


buon appetito
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 12 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legio Praetoria © Legio Praetoria Go To Top Of Page
Questa pagina è stata generata in 2,35 secondi. Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06