Legio Praetoria

Legio Praetoria
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Legio Forum
 Fantasilandia
 Loisirs, divertissements e chi più ne ha...
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione   

n/a
deleted



113 Messaggi

Inserito il - 24 febbraio 2008 : 14:12:37  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Più ne metta...
Il motivo di questo Topic ESTREMAMENTE OT è il seguente: postare testimonianze fotografiche di altre passioni che abbiamo oltre i legni
fumanti.

Parto io con una foto (abbastanza compromettente) di me che faccio volare il mio aquilone (l'unico superstite)
La foto è stata fatta con una Lomo Fisheye.



(l'aquilone manco si vede, ma è quel puntino in cielo tipo ufo)
Lo adoro, è un rokkaku molto commerciale, ma c'ha una super rana collageata nella vela che mi piace un sacco.

D'

STeFaNo968
Prefectvs Praetorio

Prov.: Estero


564 Messaggi

Inserito il - 25 febbraio 2008 : 09:41:08  Mostra Profilo Invia a STeFaNo968 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Hai toccato un tasto dolente... di hobby/passioni ne ho mille !!!

Inizio con due racchiuse in una sola fotografia: la pesca, e i Toyota BJ.
Quello a sx sono io...e quello in primo piano è l'ultimo acquisto, un BJ 42 del 1983
Ora "esco" le foto delle altre manie, ma dopo...non insultatemi !!!


Immagine:

74,48 KB
Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


23351 Messaggi

Inserito il - 25 marzo 2008 : 16:15:01  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
I vecchi libri su Parigi, questa è una delle passioni che porto avanti da tempo, è difficile spiegare quel vago tremore che prende quando si ha in mano un libro vecchio di oltre un secolo, che è passato per decine di mani sparite nel nulla. La mia attenzione si fissa sulle vecchie guide turistiche, quelle con annesse piantine che ci mostrano come la città sia mutata nel tempo, dalla vecchia Guida Trevers del 1878 a quella Baedeker del 1907 sulla quale sono riuscito a mettere le mani stamattina. E' inquietante leggere come già in quegli anni alla guida fosse accluso il "Plain Itinéraire du Métropolitain" e come con il passare degli anni le Linee Sottorranee mutano, si spostano, si diramano. Oggi a Parigi ci sono ufficialmente circa 350 stazioni della Metro, ma leggendo le vecchie guide si scopre che almeno 25 sono state spostate ed hanno cambiato nome, le ristrutturazioni fatte negli anni alle volte erano così radicali che veniva costruita una nuova stazione un paio di incroci più in là, con un nuovo nome, e la vecchia veniva abbandonata. A Parigi ci sono 12 Stazioni Fantasma Ufficiali, con le scale che arrivano fin sul marciapiede ma gli ingressi murati e si parla di almeno altre 10 non censite, le cui tracce si sono perse negli archivi, a qualcuna sembra si acceda dalle cantine di qualche vecchio palazzo. Sono anni che studio queste guide per ricostruire la mappa della Stazioni della Metro di Parigi. Sarò scemo ? Non lo so però è divertente.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina

ziopat
Centvriones




46 Messaggi

Inserito il - 25 marzo 2008 : 17:57:33  Mostra Profilo Invia a ziopat un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sono anni che studio queste guide per ricostruire la mappa della Stazioni della Metro di Parigi. Sarò scemo ?

Mica tanto, secondo me se riesci a venirne a capo potresti scriverci un gran poliziesco... con tanto di commissario Maigret...
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted



113 Messaggi

Inserito il - 14 aprile 2008 : 14:32:12  Mostra Profilo Invia a n/a un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mificrozet ha scritto:

I vecchi libri su Parigi...
.....Sono anni che studio queste guide per ricostruire la mappa della Stazioni della Metro di Parigi. Sarò scemo ? Non lo so però è divertente.

Avevo perso di vista il thread... cazz Marcello! che figata!

D'

Torna all'inizio della Pagina

mificrozet
Dictator



Regione: Italy
Prov.: Roma
Città: Caput Mundi


23351 Messaggi

Inserito il - 19 aprile 2008 : 16:40:55  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mificrozet Invia a mificrozet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Tanto per fare un esempio banale, stavo leggendo proprio ora la Guida baedeker a cui accennavo sopra e controllando la lista delle fermate della Linea 3, una delle più vecchie, tralasciando gli allungamenti, ossia il fatto che la linea è stata allungata di 5 o 6 fermate in entrambe le direzioni e confrontando la lista delle fermate del 1907 con quella della Mappa della RATP del 2007 si scoprono molte cose, anche perché questa guida è dettagliatissima ed indica via e numero civico di uscita della fermata della Metro. Le fermate Caumartin e St. Denis sono state spostate, probabilmente solamente ingrandite perché inglobate e diventate stazioni di cambio con linee costruite dopo, ma verso la fine corsa dell'epoca manca del tutto una stazione. Difatti mentre la mappa del 1907 riporta la sequenza Père-Lachaise/Martin-Nadaud/Gambetta, la mappa del 2007 non riporta più la stazione di Martin-Nadaud, andando a verificare la mappa, sempre dell'epoca, vediamo che questa stazione si trovava all'angolo Est del Cimitero del Père-Lachaise ed era una Stazione di Cambio con la Linea della Petite Ceinture che correva in superficie. Ma la Petite Ceinture è fuori uso dalla fine della Guerra ed io non ricordo di avere visto alcun accesso nella zona indicata dalla mappa quando sono andato al Père-Lachaise. Vuole semplicemente dire che la Stazione è stata chiusa e murata, ogni traccia in superficie rimossa, sta ancora lì sotto ma dorme da mezzo secolo.

------------------------------
«Non è perchè le cose sono difficili che noi non osiamo; è perchè non osiamo che esse sono difficili» (Seneca)

www.marcellosalvi.it

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione   
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legio Praetoria © Legio Praetoria Go To Top Of Page
Questa pagina è stata generata in 3,67 secondi. Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06