Legio Praetoria

Legio Praetoria
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Legio Forum
 Culturalmente
 Come se magna a Roma !

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Aggiungi Spoiler Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale Inserisci linkInserisci EmailInserisci FlashInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista
   
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
mificrozet Inserito il - 17 maggio 2007 : 14:22:28
PARLIAMO DI COSE SERIE !



Se ne era parlato in passato, perché non fare un Archivio di ricette tipicamente Romane ? Sia quelle classiche sia quelle rielaborate in chiave personale ?

Io sto preparando per il sito una serie di articoli.
15   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
mificrozet Inserito il - 25 aprile 2019 : 12:46:18
Ricapitolando.

I Romani inizialmente non coltivavano l’olio d’oliva, difatti lo importavano dall’odierna Tunisia.

Le arance sono arrivate in Europa intorno al 1400 grazie ai portoghesi che le portarono dalla Cina, difatti il loro nome scientifico è Citrus Sinensin (limone cinese).

Il pomodoro è arrivato dopo la scoperta dell’America, così come il mais (con cui si fa la polenta!), idem le patate.

E se i porti fossero stati chiusi ?

Beh … adesso ve magnereste stokaiser !
mificrozet Inserito il - 27 dicembre 2018 : 13:24:07


Immagine:

57,1 KB
mificrozet Inserito il - 31 ottobre 2018 : 15:02:04
Cose che potete mangiare in Svezia.

Pizza pomodoro, mozzarella, ananas e banane.



Immagine:

76,39 KB
mificrozet Inserito il - 16 settembre 2018 : 13:08:56


Immagine:

20,61 KB
mificrozet Inserito il - 20 giugno 2018 : 12:23:23
Il fatto che venga nominato miglior ristorante del mondo un posto che su chiama "osteria francescana" dove dai prezzi del menù non capisci se ti serviranno cibo o smeraldi è più che una contraddizione una bestemmia.

70 euro un risotto !

Mavaffancul...
mificrozet Inserito il - 14 settembre 2017 : 15:28:18
Una volta c'erano i Ristoranti che ti dicevano: "Lo facciamo arrivare direttamente da ...", e il conto saliva perchè quel prodotto arrivava dall'altra parte della nazione o forse del mondo, oggi ci sono i Ristoranti "a KM 0", dove ti danno da mangiare quello che coltivano direttamente loro nell'orto o che arriva al massimo da due isolati di distanza, stranamente però i prezzi invece di calare sono aumentati.

Se qualcuno apre un Ristorante "a KM 1.000.0000.000.000", avvertitemi, sarò un assiduo cliente.

PS - avete rotto er kaiser cor salutismo, magnate e bevete, tanto alla fine crepate l'istesso.

mificrozet Inserito il - 01 settembre 2017 : 12:03:21
Visto che ormai siamo in pieno autunno (in camera mia la temperatura è scesa sotto i 30 gradi !), oggi passo alla fase 2 del "triplo brodo".

Qualche giorno fa ho lessato i fagiolini, quindi dopo avere fatto intiepidire l'acqua di cottura l'ho divisa in contenitori di plastica (i barattolini delle mozzarelle), oggi l'ho scongelata e messa in pentola, a bollore raggiunto ho gettato dentro pezzi di finocchio derivanti dalla pulitura del bulbo intero, un paio di carote stortignaccole che non entravano nella scatole loro dedicata in frigo, una cipolla alla quale restavano poche ore di vita, un paio di patate troppo piccole per farci altro e le spuntature derivate dalla pulizia dei quattro petti di pollo appna acquistati.

Oggi pranzo e cena pronti.

Lascerò intipiedire il brodo e questa sera lo sistemerò in un contenitore ermetico in frigorifero.

Domenica lo rimetterò a bollire e ci getterò dentro delle polpettine fatte con il macinato che staziona nel freezer da un mesetto, addittivato di spezie varie.

Poi userò il brodo per cuocere i cappelleti freschi che comprerò domani e così avremo primo e secondo assicurati.

E così il brodo triplo avrà la sua giusta fine.

mificrozet Inserito il - 10 luglio 2017 : 12:46:17
Idea per un pranzo/cena monotematico da preparare in un colpo solo, è anche sano, magro e proteico quanto basta.

Ingredienti per due persone:

- 4 uova
- 4 patate medie
- 2 carote
- 1 cipolla grossa

Tagliare a cubetti cipolle, carote e patate, far imbiondire in padella le cipolle per un paio di minuti, io uso la margarina ma se non potete proprio farne a meno va bene anche l'olio d'oliva, poi aggiungere carote e patate, far rosolare un altro paio di minuti e aggiungere un litro di acqua, aggiustare a piacere di sale e pepe.

Far cuocere fin quando le patate sono cotte secondo i vostri gusti, a questo punto togliere dalla pentola due mestolate di contenuto e metterle in una ciotola capiente, poi con il metsolo togliere quanta più acqua potete senza prelevare altre patate e mettete anche questa nella ciotola, a questo punto aprite due uova facendo attenzione a non rompere i tuorli e lasciatele cadere dolcemente sopra le patate nella pentola, mette il coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso finché lu uova non sono sode.

Lasciate intiepidire poi con un cucchiaio da cucina un po' largo o con una schiumarola piccola certa di prelevare le due uova insieme alla massa di patate inglobate dal bianco, depositatele in un piatto o in un contenitore a vostro piacimento, questa è la cena.

Nella pentola dovrebbe essere rimaste le patate non inglobate dalle uova, quindi sbattete le altre due uova, unite a quel che è rimasto e amalgamate bene, a questo punto se siete di quelli che non amano sporcare troppe stoviglie e avete avuto l'accortezza di usare una pentola con i manici di metallo potete mettere direttamente in forno a 180/200 gradi per 15/20 e avrete una bella frittata di patate praticamente senza grassi, se invece ve ne fregate di quel che sporcate (come faccio io !), prendete una teglia, foderatela con carta da forno e infornate, questo è il secondo.

Fate bollire della pasta piccola, tipo farfalline ad esempio o anche ditali, scolatela e mettetela nella ciotola con le patate e l'acqua che avrete messo da parte prima, mischiate bene ed ecco il primo.

Se invece preferite riciclare la frittata per la cena o addirittura per il giorno dopo (è ancora più buona !), come secondo a questo primo si abbinano benissimo dei wurstel cotti al micronde e dei crauti classici con aceto.
mificrozet Inserito il - 28 giugno 2017 : 10:54:00
Ieri ho fatto il chili con carne e fagoli e mia madre si è lamentata così: "Tu non capisci la differenza tra estate e inverno !", disse quella che cucinò il riso in brodo a Ferragosto.

mificrozet Inserito il - 25 giugno 2017 : 17:32:17
LI VOGLIO ! LI VOGLIO ! LI VOGLIO !

Immagine:

56,78 KB
mificrozet Inserito il - 12 aprile 2017 : 15:30:07
Trovandomi a fare la spesa a Viterbo in un supermercato diverso dal solito mi è caduto l'occhio su un barattolo di burro d'arachidi e non ho resistito ad acquistarlo.

Giunto a casa ho voluto provarlo ...



... ma veramente gli americansky non possono fare a meno di questa "roba" ?



Ora capisco perchè hanno sempre voglia di bombardare qualcuno ...

mificrozet Inserito il - 02 marzo 2017 : 08:22:23
KAMABOKO


Il Kamaboko è una tipica preparazione giapponese la cui origine risale a più di mille anni fa, viene preparato con pesce azzurro frullato e spesso colorato. Il composto viene lavorato e avvolto a formare dei lunghi panetti che vanno cotti finché la consistenza diviene solida. Mantenendo separati i diversi colori si generano delle immagini colorate che compaiono quando il kamaboko cotto viene affettato. Le fette possono essere servite a temperatura ambiente o raffreddate con vari tipi di salse, oppure possono essere incluse in zuppe e altre portate della cucina giapponese. In alcuni casi il kamaboko è preparato in modo tale che una volta affettato possa assumere le sembianze di un determinato oggetto. Il disegno più frequente è la spirale, tanto che ci si riferisce a tale tipo di kamaboko con il nome di naruto riferendosi al Vortice di Naruto.

Questa preparazione viene spesso aromatizzata in quanto risulta abbastanza neutra come sapore, quando assume l'aroma di granchio prende il nome di Surimi.

Immagine:

26,18 KB

Immagine:

63,01 KB

mificrozet Inserito il - 13 novembre 2016 : 17:47:05






mificrozet Inserito il - 30 ottobre 2016 : 14:19:55
A mia madre non piace il ragù che faccio io, gli manca quella punta di rancido misto a muffa che gli dava quell'estratto di pomodoro fatto in casa dalle manine sudice della vicina di casa di sua sorella che ogni anno portava su dalla Sicilia.



Meno male che quei tempi sono ... andati !

mificrozet Inserito il - 22 ottobre 2016 : 13:02:08
Ho sempre odiato il sedano, non per il sapore ma per la consistenza, il mio odio per il sedano nasce dalla caponata alla palermitana, dove il sedano va messo e questa cosa croccante in mezzo a tutto il resto morbido a me ha sempre irritato, quindi l'ho eliminato.

Oggi ho comprato un mazzo di sedano perché avendo comprato due chili di carne da brodo mia madre si rifiutava di farlo senza il sedano, al supermetcato (se vi aspettate che io vado a un banco della frutta potete anche sperare che Lotito impari l'italiano), lo vendevano solamente in confezioni enormi a prezzo bassissimo.

Morale, mi sono trovato con un mare di gambi di sedano e allora ho sperimentato: sedano al vapore !

Ottimo, con un filo di aceto balsamico oppure un filo di salsa di Soia o una spruzzata di senape, veramente ottimo.

Mia madre si è rifiutata di assaggiarlo perché: io una cosa del genere non l'ho mai vista (quindi essendo una novità è sicuramente cattiva - ndr).

Legio Praetoria © Legio Praetoria Go To Top Of Page
Questa pagina è stata generata in 5,17 secondi. Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06