Legio Praetoria

Legio Praetoria
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
 Tutti i Forum
 Legio Forum
 Culturalmente
 Il Primato di Roma

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Aggiungi Spoiler Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale Inserisci linkInserisci EmailInserisci FlashInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista
   
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]
Seleziona altre faccine

   Allega file
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
   

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
mificrozet Inserito il - 29 giugno 2007 : 00:17:14
29 GIUGNO: SS. PIETRO E PAOLO

Il primato di Roma

Roma festeggia il 29 giugno di ogni anno i Santi Pietro e Paolo, suoi patroni primari. Speciali cerimonie si svolgono in tutte le chiese cittadine, soprattutto in quelle intitolate ai Principi degli Apostoli

Secondo un’antica e consolidata memoria in Via Ostiense, tra gli odierni numeri civici 106 e 108 e a circa trecento metri dalla Basilica di S. Paolo fuori le mura, avvenne l’ultimo fraterno saluto tra Pietro e Paolo, separati, per essere avviati al martirio.

San Pietro venne condotto nell’antico circo neroniano che all’epoca insisteva dove ora è Piazza San Pietro, per essere crocifisso a testa in giù; il suo corpo fu composto dai discepoli e seppellito in una tomba in piena terra in quella zona.

La povertà della sepoltura faceva molto contrasto con le tombe dei pagani, anch’esse presenti in quell’area sepolcrale.

In seguito, sull’umile tomba sorse un’edicola, poi, l’Imperatore Costatino, agli inizi del IV secolo d. C., fece costruire una basilica imponente a cinque navate che, purtroppo andò distrutta nel periodo medievale.

Fu ricostruita più volte fino al Rinascimento dove artisti insigni furono incaricati del progetto sia di ricostruzione: Maderno, sia di ristrutturazione e arricchimento (cupola): Michelangelo, sia di ampliamento (colonnato): Bernini.

La tomba di Pietro è giù a 14 metri sotto l’Altare della Confessione; i vari edifici sacri che si sono susseguiti nei secoli, uno sull’altro, insistono su quella tomba quasi a voler confermare le parole del Cristo:"Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa".

Contemporaneamente alla costruzione della Basilica di San Pietro, Costatino fece erigere anche quella di San Paolo che venne distrutta da un pauroso incendio nel 1823; la Basilica esistente oggi è una ricostruzione eseguita quasi subito dopo l’incendio.

Poiché doveva venire eretta esattamente sul sepolcro dell’Apostolo,e siccome questo, secondo le antiche concezioni, non poteva essere traslato, la chiesa dovette essere costruita molto lontana dalla città, ed è per questo che venne chiamata: "San Paolo fuori le mura".

Secondo la tradizione Pietro e Paolo furono entrambi rinchiusi nel Carcere Mamertino, ai piedi del Campidoglio, dove Pietro riuscì a convertire i suoi carcerieri e li battezzò, ma non essendovi acqua in quell’ambiente ipogeo, batté sul terreno e sgorgò una fontanella, che esiste ancora.

San Paolo venne condotto "ad aquas salvias", nell’attuale zona delle Tre Fontane, sulla Via Laurentina, per essere decapitato; essendo un cittadino romano fu portato, dunque, fino al luogo del martirio e la storia ci tramanda che la sua testa avrebbe battuto tre volte al suolo facendo scaturire, ad ogni caduta, una fonte miracolosa; l’episodio assegnò il nome al luogo e alla chiesa sorta in onore dell’Apostolo.

Nel punto dove avvenne l’ultimo saluto, fu , in seguito, eretta una cappella, poi una chiesetta, detta della "Separazione", sopravvisse fino al novecento; oggi, esiste una lapide posata nel corso dell’Anno Santo 1975 che contiene in pochissime parole il ricordo dell’avvenimento:

"Nei pressi di questo sito

una devota cappellina

in onore del Santissimo Crocifisso

demolita agli albori del secolo XX

per l’allargamento della Via Ostiense

segnava il luogo

dove secondo una pia tradizione

i Principi degli Apostoli Pietro e Paolo

vennero separati nell’avvio

al glorioso martirio"

A coronamento di questa lapide un semplice bassorilievo rammenta i due Apostoli nell’atto dell’estremo abbraccio.

Nella ricorrenza del 29 giugno vengono celebrati solenni riti e, in particolare a San Pietro, il Santo Padre imporrà il "Pallio" ad alcuni vescovi simboleggiando così l’unione del supremo Pastore della Chiesa Universale con i più alti capi delle chiese locali.

Il Pallio è una stola di lana bianca riservata, oltre che al Papa stesso, ai patriarchi, ai vescovi e ai metropoliti.

Alla confezione del pallio concorre anche la lana di due agnellini bianchi che il giorno 21 gennaio di ogni anno vengono benedetti nella Chiesa di S. Agnese (la benedizione è attestata dalla metà del secolo XV) e la loro tosatura concorrerà alla confezione dei sacro pallio da donare al Papa.

Un’altra tradizione che si rinnova annualmente per la ricorrenza del 29 giugno è il bacio del piede della grande statua di bronzo di San Pietro situata nella navata centrale dell’omonima basilica.

Per l’occasione la statua sarà vestita con il "piviale" rosso (paramento sacro a forma di mantello).

Sempre come commemorazione della festa dei patroni romani è la processione che si svolge per le strade, all’imbrunire; in corteo sono recate le catene di San Paolo, una reliquia conservata presso la basilica ostiense e che consta di 14 anelli di ferro.
15   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
Giala Inserito il - 29 settembre 2021 : 20:54:34
Bellissima!
mificrozet Inserito il - 18 settembre 2021 : 15:00:36
La Lupa torna sui tetti di Madrid!

La Lupa Capitolina che ornava la Torre dell'antico Hotel Roma a Madrid, rimossa nel 1940, è appena tornata al suo posto in seguito alla ristrutturazione dell'edificio.

Grazie a Ricardo per la notizia.


Immagine:

188,42 KB


Immagine:

182,27 KB
mificrozet Inserito il - 16 dicembre 2018 : 14:14:51
Questa notte nella rimessa di Tor Pagnotta alcuni autobus Atac sono stati distrutti da un incendio.

Molti autobus ormai preferiscono suicidarsi piuttosto che affrontare le strade di Roma.
mificrozet Inserito il - 11 dicembre 2018 : 12:42:26
È crollata a Villa Borghese la Quercia del Cinquecento, la celebre Quercia del Lupo, “uno degli alberi monumentali più importanti della Villa e dell’intera città di Roma. Già antica prima della nascita di Villa Borghese, la descriveva ammirato Manilli nel Seicento”, scrivono su Facebook gli Amici di Villa Borghese che hanno dato la notizia e precisato che nessuno è rimasto ferito. “Aveva subito una infestazione di parassiti, si vedeva del marciume al colletto, però pareva sotto controllo. Ammirata per almeno cinque secoli, nessuno di noi mai la dimenticherà”.

10 Dicembre 2018
mificrozet Inserito il - 06 dicembre 2018 : 18:53:55
A Virginia bellicapelli l'unica cosa che viene bene è la messa in piega. Perché non la fa lei.
mificrozet Inserito il - 28 novembre 2018 : 08:02:05


Immagine:

445,35 KB
mificrozet Inserito il - 31 ottobre 2018 : 15:00:14


Immagine:

45,84 KB
mificrozet Inserito il - 15 ottobre 2018 : 20:57:18
A Roma ci sono già i cartelloni pubblicitari dei Cenoni di Capodanno e i Panettoni nei Supermercati.

mificrozet Inserito il - 08 ottobre 2018 : 16:33:42


Immagine:

54,36 KB
mificrozet Inserito il - 07 ottobre 2018 : 21:34:53


Immagine:

31,11 KB
mificrozet Inserito il - 03 settembre 2018 : 15:49:20
Oggi mia madre ha subito la capsulotomia yag laser all'occhio destro il 5 ottobre farà l'occhio sinistro.

Efficienti e ben educati al Fatebenefratelli all'Isola Tiberina.

Erano molti anni che non vi entravo, da quando con mio padre scesi nei sotterranei dietro a un inserviente per cercare la cartella clinica di Francesco Salvi, che qui fu ricoverato nel 1928 per scoprire le cause del decesso.

Francesco Salvi era il bisnonno di mio padre e abitava a Piazza Navona 22.
mificrozet Inserito il - 23 luglio 2018 : 09:04:05


Immagine:

84,17 KB
mificrozet Inserito il - 21 luglio 2018 : 10:32:20
Ci sono cascati, mi hanno rilasciato il Passaporto.



Ora potremmo anche discutere del fatto che ci è voluto meno ad avere un Passaporto nuovo che a rinnovare la Carta d'identità ma questo è la nuova Roma a 5 Stalle.

Speriamo Feeneesca presto altrimenti di me vedrete solamente la polvere che mi lascerò alle spalle abbandonando questo paese di tamarindocce.
mificrozet Inserito il - 08 luglio 2018 : 16:00:44

Immagine:

22,88 KB

Immagine:

167,57 KB

Immagine:

186,12 KB
mificrozet Inserito il - 11 giugno 2018 : 07:47:55
A Roma si è votato in due municipi.

Nell'VIII (Garbatella) il M5S prende una scoppola non indifferente e il candidato del centrosinistra vince al primo turno.

Nel III (il mio) si andrà al ballottaggio tra centrosinistra ( in vantaggio ) è centrodestra. M5S non pervenuto.

In entrambi i i municipi due anni fa il M5S aveva vinto a valanga.

Effetto Raggi, i "cittadini" hanno aperto gli occhi di fronte ai "fatti".

Legio Praetoria © Legio Praetoria Go To Top Of Page
Questa pagina è stata generata in 4,4 secondi. Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06